Cerca nel sito:    
powered by FreeFind

POESIA
Da Ritornàti al magma (Castelmaggiore, Book, 1997)



Raticosa



splendido ritornare a nota
di piano, per questo invaso
continuo, incerto se questo
tempo è distante o presente, se
questo spazio si riempia o si tema,
confuso dai segnali nient'altro
che fasi come di luna, di un ciclo
stanco che segua, che insegua
perchè desiderando deve, o dovendo
crea l'artificio, mentre fuori o
celatamente un altro piano
svolge e dipana, neppure
fosse strano, neppure
sgomento, raggiungere il bordo
non verosimile della gioia e
Perdita a gara insieme

in questo tempo di particelle
maggiori nel cielo, quando nulla
è scritto ancora, quando noia
e calanca sono ancora di là e pochi anni
di cima, come in questo momento
dal Libro Aperto a Bosco Chiesanuova al
building di Cesenatico, di
vento di gelo periremo
perplessi e vivendo

top