Cerca nel sito:    
powered by FreeFind

POESIA
Da Diversi tempi (Pescara, Tracce, 2003)



è quasi luglio



Rispera, se la collina schiude e reclama
lo sbiadire che torna. Annacqua presto
il fuoco mutante che questa cupola tocca
di riparo dalle città: già sostiene il divario
a quella tua anima duale.

Tu che a sottofondo conclami questa fede
metti a mente la larga poiana, come plana
ora ignara della pernice al nido, della terra spianata
che ti vede magnifica, e del tuo occhio che brucia
colonne d'aria.
Mettilo a mente, che vola e ignora bologna
accidiosa, lugo bassa e già marina, il fieno
che mostra il rovescio.

A che si renderà conto, la poiana e noi ?
Se un giorno è cent'anni, viceversa,
non ce ne accorgeremo.

top