Cerca nel sito:    
powered by FreeFind

POESIA
Da Amor panico (Novi Ligure, Joker, 2009)



*



il bosco ha qualche cosa di sfrontato e non lo dice
lascia avvertire questa generazione di matrici
di milioni di altri boschi uguali in ogni tempo
in ogni luogo da sovrapporre in absentia

seduce ora con il suono irriducibile
del torrente, la minaccia ingigantita
dello scoiattolo, del picchio, del chiurlo
del volatile notturno rotto precocemente
all’attenzione quando annuncia per gli altri la quiete

se il vivere è questa stasi codificata in maniera
sommaria di pagaia e fuoco nel greto
in attesa dalla rupe dello sparo e di un qualunque
paio di cacciatori sdentati sebbene tu veda

che ho la testa immersa qui dentro eppure ti ostini a condurmi
a mostrarmi questa nube sicura versoriente
così che possa fidare della mia imperfezione per aggirarla

dai un nome a questo gioco finalmente/ rivélati


scritta in capo alla valle di casies

top