Cerca nel sito:    
powered by FreeFind

POESIA
Da Ritornàti al magma (Castelmaggiore, Book, 1997)



Geworfenheit



di rabbia


Rovescia la testa e vedrai l'orizzon-
te chiudersi in un cappio
e vedrai un albero pendere dall'alto
e sentirai i piedi zampettare
nel vuoto
E scoprirai che il mondo non è quasi mai
convesso


in quel tempo, seguivo i giorni perchè era necessario.
Giocavo perchè era tempo di giocare. volevo poter
dire che l'attimo non è sé stesso, ma un passato
e un futuro (è morire in piedi). Volevo poter dire
che siamo spacciati, nel ripetere. che siamo salvi
nell'unico grande respiro fino alla fine.


in quel tempo, annullavo ogni segnale e
speravo in qualunque. mangiavo riso,non avevo una
casa, non vedevo l'ora. fumavo molto

*


ho sessant'anni. sto ricordando questo essere
presenti. e non
definiti. di trentacinque
anni prima. negare il divenire con la propria
differenza


com'è bestia la bestialità

top