Cerca nel sito:    
powered by FreeFind

ATTIVITA'

1992

Giovanni Bollini esordisce con una silloge poetica nell'antologia I giovani per il ‘92, pubblicata da Ibiskos.


1993

È tra i vincitori del Premio “Versodove-Petra”; figura per Transeuropa nell’antologia di poesia e narrativa Rzzzz!. Il libro viene presentato alla Festa Nazionale dell'Unità e al Praga Café di Bologna.


1994

Giugno: sulla rivista Origini (Reggio Emilia), Alberto Bertoni parla di Bollini in un saggio sulla giovane poesia.


1995

Una sua silloge poetica è finalista al Premio “Petrarca” (Padova).

In maggio, sue poesie commentano i dipinti dell'artista Angiolino Fabbri, in mostra presso il Comune di Pianoro (Bologna).

In autunno esce un suo racconto sulla rivista Tratti di Ravenna.


1996

Si laurea in Lingue e Letterature Straniere nel 1996, con una tesi sulla fantascienza di Philip K. Dick, all’Università di Bologna. Relatore è Alfredo Rizzardi. Saggi estratti dalla tesi saranno pubblicati su Il Lettore di Provincia e Alphaville.

Comincia la sua attività giornalistica (cinema, turismo e cronaca culturale) presso la rivista quindicinale Zero in Condotta. Continuerà fino al 1999.

Fonda la rivista letteraria Il Vascello di Carta, che sarà distribuita in Italia da Feltrinelli.


1997

Nell'ambito della rassegna "Bologna Sogna" e del Progetto Scrittura, a cura dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Bologna, si svolgono sue performances presso il Link, Villa Spada e il chiostro di Vicolo Bolognetti.

Viene invitato al Buskers Festival di Ferrara per la categoria "poesia".

Compare nell’antologia Voci di poesia (Pendragon), curata da Gilberto Centi in occasione del “Secondo censimento della poesia a Bologna”.

Esce la sua prima raccolta di poesia per Book Editore, Ritornàti al magma, con postfazione di Alberto Bertoni. Il libro è presentato a Villa Spada e presso l'Istituto Gramsci (Bologna).

In novembre esce una recensione di Alberto Cappi sul quotidiano "La Voce di Mantova".


1998

Il libro vince la 9a edizione del Premio "Dialogo", presso Como.

In maggio Ritornàti al magma è alla Fiera del Libro di Torino.

Sempre in maggio viene pubblicato un servizio giornalistico di Bollini sull'Appennino tosco-emiliano, nella rubrica "Luoghi di fuga" del mensile Genteviaggi.

I curatori di programmi culturali Pina d'Aria di Ciao Radio, Francesco Jannuzzi di Radio K Centrale e Luca Cocciolo di Radio Città 103 gli dedicano puntate delle proprie rassegne dedicate alla poesia bolognese.


1999

In gennaio si svolge una sua performance presso il Sipario Club (Bologna).

In marzo è chiamato a una lettura collettiva contro la guerra all’Osteria del Montesino, a Bologna.

Sul Vascello di Carta Gilberto Centi recensisce Ritornàti al magma.

In giugno è chiamato a una lettura collettiva contro la guerra al Circolo Culturale Le Voci della Luna, a Sasso Marconi.

In ottobre, Bollini legge proprie poesie presso la libreria Feltrinelli di Milano.

In novembre escono sue poesie su L'Informatore, nella rubrica a cura di Roberto Roversi.


2000

In marzo si svolge una sua performance presso l'Osteria del Montesino, a Bologna.

Sue poesie escono sulle riviste Frontiera e Le Voci della Luna.

Ritornàti al magma è nella terzina del Premio “Deltapoesia” di Rosolina (Rovigo), vinto da Paolo Valesio. Tra i finalisti è anche Paolo Bertolani.


2002

Riprende l'attività giornalistica su testate di cultura e turismo: tra le sue interviste, quelle al poeta Roberto Roversi, allo scrittore Carlo Lucarelli, alla danzatrice Simona Atzori, alla campionessa olimpica di mountain-bike Paola Pezzo, al percussionista Sidiki Conde (Guinea).


2003

Il 14 e 15 marzo 2003 va in scena presso il Sipario Club di Bologna Apotropaica, allestimento multimediale per poesia, recitazione e video, con testi e regia di Bollini. Protagonista la giovane attrice Silvia Fimiani.

Per le Edizioni Tracce di Pescara esce la seconda raccolta di poesia, Diversi tempi, con prefazione di Vincenzo Guarracino. La copertina viene ideata da Gianna Solmi, pittrice, scultrice e scenografa bolognese.


2004

Apotropaica vince il Premio di drammaturgia “G. Gherardi”, tenutosi sotto il patrocinio dell’Università di Bologna e della Regione Emilia-Romagna.

Diversi tempi ottiene il secondo premio alla 25a edizione del "Città di Moncalieri", Torino.

In marzo il libro è presentato presso la Sala di Città del Municipio di S.Lazzaro (Bologna): nell'occasione esce un articolo su Il Resto del Carlino, a firma di Giancarlo Fabbri.

In maggio Diversi tempi è alla Fiera del Libro di Torino.

In giugno la rivista Savena Setta Sambro pubblica una recensione su Diversi tempi, a firma di Amelia Tommasini.

In luglio, una recensione su Diversi tempi è pubblicata sul n.7 della rivista
Fiorisce un cenacolo.

Apotropaica viene pubblicato dai Quaderni del Battello Ebbro (Porretta Terme, Bologna).

In occasione della premiazione del “Gherardi” a Borgo Capanne di Granaglione (Bologna) il 31 luglio, escono articoli su Il Resto del Carlino, Il Domani e Il Tirreno.

In settembre la rivista Le Voci della Luna pubblica una breve recensione su Diversi tempi, a cura di Chiara Cretella.

Nello stesso mese, sul bimestrale locale di Pianoro (Bologna) L’Idea, esce un articolo su Bollini a cura di Gianna Solmi.

Sempre in settembre, a Diversi tempi è assegnato il Premio Speciale della Giuria “Histonium” (19a edizione, Vasto, Chieti).

Nel mese di ottobre Diversi tempi è nella terzina del 7° Premio “Apudmontem” (Roccapiemonte, Salerno) e del 7° Premio Sebastiani (Minturno, Latina).

Il 23 ottobre, scelto Diversi tempi tra i migliori testi del 20° Premio Penne, Bollini è invitato nell’omonima cittadina pescarese per tenere un incontro con una rappresentanza di 250 studenti provenienti dalle scuole e dalle università del comprensorio. Per il pomeriggio dello stesso giorno, è chiamato a leggere proprie poesie all’auditorium Petruzzi di Pescara, nell’ambito del Festival delle Letterature. Nell’occasione, escono numerosi articoli su Il Tempo, Il Centro e Abruzzo Oggi.

Il 30 ottobre, in occasione di una kermesse organizzata dalla rivista Anterem, è invitato a leggere proprie poesie a Verona, presso il palazzo della Gran Guardia.

In novembre, sul bimestrale L’Idea di Moncalieri (To), esce un articolo su Bollini a cura di Danilo Tacchino.

Nello stesso mese, la rivista Botsotso, edita a Johannesburg (Sudafrica) da Allan Horwitz, pubblica una poesia scritta da Bollini in inglese.

In dicembre, sul semestrale Savena Setta Sambro esce un lungo articolo a cura di Bollini dedicato al decennale della morte del pittore e burattinaio pianorese Angiolino Fabbri, di cui Bollini era nipote.


2005

Il 29 aprile, presso il Sipario Club di Bologna, versi di Bollini tratti da Ritornàti al magma e Diversi tempi vengono letti dall’attore Giuseppe Cerrone, con l’accompagnamento musicale al violoncello di Maria Paola Balducci.

In maggio Diversi tempi consegue il terzo posto al premio Trabia - Giuseppe Sunseri.

Sempre in maggio Bollini partecipa ad una lettura collettiva al centro sociale VAG61 a Bologna, in occasione del "Terzo censimento della poesia a Bologna", a cura di Bruno Brunini e Carla Castelli.

Il 31 ottobre, presso la libreria Il Minotauro di Verona, legge il racconto "Al di là del vigneto" e un racconto di Costanza Savini, in occasione di una rassegna organizzata dalla Biblioteca Civica veronese e dedicata a Halloween e al mistero.


2006

In aprile, Apotropaica - rito per cacciare la guerra viene nuovamente rappresentato, questa volta presso il teatro Itc di San Lazzaro (Bologna), ancora con l'interpretazione di Silvia Fimiani. Il giorno precedente l'evento è preannunciato da articoli su Il Resto del Carlino, a firma Giancarlo Fabbri, e Il Domani.

In ottobre, Diversi tempi riceve il secondo premio nella 4° edizione dell’”Anna Osti” di Costa di Rovigo, di cui è vincitore Rossano Onano.

In novembre esce l'antologia A cinque anni dal 2000 (Bologna, Giraldi) a cura di Carla Castelli e Bruno Brunini, contenente una poesia di Bollini.

Il 19 novembre esce una poesia tratta dalla stessa antologia sul quotidiano Il Domani.


2007

Il 7 febbraio Bollini viene invitato dall'Associazione Culturale Poeti ad Alta Voce ad una lettura collettiva presso il caffè La Linea, a Bologna.

In aprile esce una lirica sulla rivista trimestrale Pagine.

Il 20 aprile viene invitato dall'Associazione Culturale Via de' Poeti come ospite per una lettura presso il Circolo Pavese, a Bologna.

Il 21 aprile è invitato a partecipare ad una kermesse poetica dall'Associazione Culturale Baldofestival, a Caprino Veronese.

Il 25 luglio e l'1 agosto Bollini presenta il poemetto Della salsedine presso Gallanti Beach a Lido di Pomposa (Ferrara), con musiche eseguite al pianoforte da Federica Zappia.

Il 29 agosto presenta una lettura poetica, nell'ambito di una rassegna organizzata dal Comune di Riolo Terme (Ravenna), sempre con le musiche per pianoforte eseguite da Federica Zappia.


2008

Il 16 marzo Bollini presenta il secondo romanzo della scrittrice Costanza Savini, Il lago in soffitta (Mursia) presso Villa Mazzacurati, a Bologna.

Il critico letterario Sandro Montalto dedica un paragrafo al percorso poetico di Bollini nel volume Forme concrete della poesia contemporanea (Novi Ligure, Joker, 2008).


2009

Il 21 febbraio, Bollini legge il brano "Burattinate" scritto dal nonno Angiolino Fabbri e inserito da Romano Colombazzi nel volume Storie di un borgo, il tutto durante la presentazione dello stesso libro a Pian di Macina (Bologna).

In ottobre esce da Joker Edizioni Amor panico, una raccolta di poesia antologica che comprende molti vecchi inediti, diverse versioni rivedute di poesie dei precedenti libri, e un'intera nuova sezione dal 2001 al 2008. La nota introduttiva è di Giorgio Celli.

Il 28 novembre Bollini è invitato a presentare il nuovo Amor panico a Milano, presso la libreria EquiLibri. Presenti altri poeti della collana di Joker L'arcobaleno e gli editori, Gennaro Fusco e Monica Liberatore.

Il 10 dicembre, in occasione del Terra Madre Day, giornata promossa da Slow Food per riflettere sulle tematiche del cibo, Bollini partecipa a un reading di poeti e scrittori a cura di Zeicon Associazione Culturale presso la biblioteca del cinema Lumière a Bologna, leggendo estratti da prose inedite scritte nel 2007, Branidicibo.


2010

In marzo l'autore partecipa ad una lettura collettiva presso il centro sociale Costa a Bologna, dedicata a "Poesia e narrativa lungo la via Emilia", leggendo estratti dal nuovo libro Amor Panico.


Il 29 maggio Bollini e il sassofonista Pierluigi Alessandrini si esibiscono in una performance dialogante poesia-musica, presso il teatro Fantomas gestito a Bologna dal poeta e scrittore Giorgio Celli.

In agosto, presso il Baldofestival di Caprino Veronese, Bollini presenta il libro di Costanza Savini "Ipazia, un diavoletto e molti libri" insieme all'autrice.

Il libro Amor Panico uscito nel 2009 ottiene il secondo posto alla 36a edizione del Premio "Città di Marineo" ed entra nella terzina finalista della 29a edizione del Premio "Alpi Apuane".

top